Ferdinando Diana, uno dei nostri migliori studenti, ha intrapreso un percorso di studi molto interessante.

In questo secondo episodio della serie “Testimonianze”, scoprite come Educational Consultants ha aiutato Ferdinando a trovare un’università perfettamente allineata alla sua più grande passione: il golf!

Profilo Studente:Percorso di studi - Tournament Golf College - Ferdinando Diana

Nome e Cognome: Ferdinando Diana

Età: 24

Università: Tournament Golf College

 

Educational Consultants:

Come ti ha aiutato Beatrice?

Mi ha aiutato esaminando il mio percorso di studi ideale trovando l’università che fa per me spiegando come funziona e dandomi informazioni sul prestito onorario necessario per pagare l’ università.

E’ stata utile?

Sì.

Consiglieresti Educational Consultants ad amici?

Si molto anche perché normalmente i ragazzi escono dai licei oggi con una conoscenza dei programmi molto approssimativa e senza idee chiare su quello che vorrebbero fare nel futuro. Di conseguenza la maggior parte degli studenti rischiano di  non provare piacere in quello che fanno con conseguenti abbandoni e perdita di tempi e denaro.

“La cosa che più mi è piaciuta è stata la conoscenza di splendide persone che mi hanno aiutato a spendere tre piacevolissimi anni in un college dove ero l’ unico italiano e cosa da non poco l’ indipendenza che ho avuto vivendo da solo lontano dalla famiglia”

Percorso di studi

Cosa stai studiando?

Mi sono appena laureato in scienza del golf.

Cosa ti piace di più del tuo percorso di studi?

Mi è piaciuta la parte più pratica del percorso che mi ha fatto apprezzare maggiormente la mia scelta e il tempo speso a studiare.

Hai sempre studiato all’estero?

No è stata la prima volta.

Ti piace la tua esperienza all’estero?

Si mi ha aiutato molto a responsabilizzarmi e ad avere una visione maggiore sul tipo di vita che si svolge fuori da casa insieme a persone con culture e usi totalmente diversi.

Qualsi sono le cose che ti piaccioni di più del tuo percorso di studi all’estero?

La cosa che più mi è piaciuta è stata la conoscenza di splendide persone che mi hanno aiutato a spendere tre piacevolissimi anni in un college dove ero l’ unico italiano e cosa da non poco l’ indipendenza che ho avuto vivendo da solo lontano dalla famiglia che non si ha quando si vive insieme ad essa.

Ripeteresti la tua esperienza all’estero?

La rivivrei mille volte.

Se dovessi dare un consiglio ad uno studente italiano dubbioso se andare all’estero o no, quale sarebbe?

All’ inizio ero molto spaventato. Si va a vivere in posti dove si fa un tipo di vita che potrebbe essere radicalmente diversa da quella a cui ci si è abituati e il fatto di avere una cultura assai differente dai miei compagni di corso mi ha spaventato per  paura di non essere accettato o di essere quasi preso in giro. Purtroppo, gli italiani all’estero non son conosciuti per essere delle persone molto serie e rispettabili. Ho però avuto la fortuna di essere stato inserito in un gruppo di ragazzi simpatici e vivaci che mi hanno fatto sentire parte di una famiglia. Mi son reso conto che spesso e volentieri il nostro più grande problema sono i freni che ci poniamo di conseguenza a una grande paura che proviamo nel vivere esperienze nuove. E’ proprio quello che invito caldamente ad evitare a chiunque sarebbe disposto a provare un’ esperienza simile alla mia, invito fortemente a viaggiare perché oltre a conoscere persone con pensieri diversi e interessanti si vivono esperienze che ci formano come persone responsabili. Infine, grazie a queste esperienze, i nostri orizzonti si ampliano e ci prepara a inserirci dentro una società ormai sempre più pressante e selettiva.

Percorso di studi - TGC - Champions - Golf

 

Blog simili che vi potrebbero interessare:

Leiden University – Testimonianze Ep.1

 

Emilia – aiuto percorso universitario e foundation year

 

Lascia un commento anche tu!